Cerca

Cascate di Molina, gita estiva in Lessinia, tra natura e slowliving

Cascate di Molina

 

Volete un’idea per una gita estiva in Veneto? Una gita nella natura, dai ritmi lenti e in un luogo fresco e pieno di fascino? La vostra meta sono le Cascate di Molina, nel Parco Naturale di Lessinia.

Perché visitare Parco Naturale Regionale della Lessinia

Il Parco Naturale Regionale della Lessinia è un’area di interesse naturalistico e storico culturale situata nel territorio veronese e vicentino che comprende 15 comuni.

E’ caratterizzato dalla presenza di flora e fauna tipicamente montane date dall’altitudine a cui si trova. Il Parco, infatti, occupa la parte più a Nord della Lessinia e si trova in una zona montuosa delle Prealpi Venete tra i 1200 mt e i 1800 mt.

Attualmente la regione dei monti Lessini riveste un ruolo importante nella conservazione sia del patrimonio naturalistico, dato da un particolare equilibrio tra specie vegetali e animali protette, che di quello culturale ed enogastronomico. Infatti in quest’area geografica esiste un’importante economia legata alla produzione di alimenti e bevande tipiche del territorio, come formaggi e carni.

 

Nell’area si contano oltre 120 malghe in cui è possibile degustare prodotti tipici e contemporaneamente godersi panorami mozzafiato e respirare aria frizzantina.

Ma è anche un territorio importante per la tutela di alcune specie un tempo qui presenti e ora minacciate, come il lupo e l’orso bruno.

Il camminatore più attento potrà avvistare anche il camoscio alpino, il capriolo, ma anche cervi e cinghiali. Per chi ama la natura e i luoghi ancora non troppo frequentati dal turismo di massa e autentici il Parco della Lessinia è uno dei luoghi da aggiungere alla propria lista dei luoghi imperdibili.

 

Il parco delle cascate di Molina

Tra le passeggiate estive più semplici e rinfrescanti c’è sicuramente quella del Parco delle cascate di Molina.

Al parco si accede con una breve ma ripida discesa dal centro del piccolo borgo medievale di Molina, frazione di Fumane (VR).

All’ingresso si trovano un bar ed una biglietteria dalla quale si può entrare nell’area protetta del parco. La particolarità e la bellezza di questo luogo sono date dal fatto che qui per qualche ora ci si può immergere completamente nella natura più selvaggia assaporando silenzio e lentezza.

 

Tre sentieri per arrivare alle Cascate di Molina

Si può scegliere di percorrere tre diversi tipi di sentiero (nominati con i colori verde, rosso e nero in base alla difficoltà e alla durata) tutti percorribili solo a piedi (passeggini, carrozzine e biciclette non sono ammessi). Per praticità quindi la passeggiata con i bimbi che non camminano ancora è bene farla usando zaino, fascia o marsupio porta-bebè.

 

Lungo il sentiero oltre a ruscelli, cascate, grotte e acqua sorgiva per la gioia di grandi e piccini ci sono attrazioni 100% naturali che si mimetizzano armoniosamente con l’ambiente: quella che rimane più impressa è un’altalena a 10 metri circa di altezza con la quale ci si può dondolare fino a quasi dentro alla Cascata Nera (questa è l’impressione che si prova! In realtà ci si per quanto ci si spinga si arriva soltanto a sfiorarla).

Cascate di Molina

 

Nonostante la tentazione sia forte, non è permesso fare il bagno nelle cascate per tutelare l’ecosistema acquatico presente. Il parco è aperto tutto l’anno ma gli orari cambiano in base alle stagioni quindi è consigliabile visitare il sito quando decidete di andare. L’ingresso è a pagamento ma gratuito per i bambini sotto i 5 anni e portatori d’handicap. I cani sono ammessi solo se tenuti al guinzaglio.

 

Il borgo medioevale di Molina

Oltre a la visita al Parco e alle Cascate di Molina è vivamente consigliata una tappa alla frazione di Molina che deve il suo nome alla presenza di numerosi antichi mulini che ruotano grazie alla forza dell’acqua delle sorgive che caratterizzano questa zona e che sono loro a creare le Cascate. Il borgo è interamente pedonale così da poter ammirare ancora meglio le facciate delle antiche case di pietra tipiche della Lessinia. A Molina si possono visitare anche un Museo Botanico e nelle vicinanze la Grotta di Fumane, famoso sito preistorico. Una giornata qui è per chi ha bisogno di rallentare e scoprire luoghi dalle tradizioni senza tempo.

 

Se vi piacciono le gite e le camminate nella Natura vi consiglio anche una gita in giornata sul Monte Baldo.

*foto di copertina del profilo Facebook -Cascate di Molina

Author: Chiara Feriotto

Chiara, con Alessandro, Filippo, Eleonora e Jack sono "The Travelling Golden Family"  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*