Parco natura viva a Bussolengo: un centro di tutela delle specie animali minacciate

cammelli

Una giornata alla scoperta degli animali del mondo, che purtroppo nel loro habitat, sono in via d’estinzione o minacciati. Il Parco Natura Viva a  Bussolengo, in provincia di Verona, è un ampio parco faunistico. Qui grandi e piccini possono ammirare da vicino tantissime specie animali e conoscerne informazioni e curiosità.

Il Parco Natura Viva a Bussolengo

Il Parco Natura Viva è un parco zoologico è un’ampia area verde che si estende per più di 40 ettari e ospita quasi 1.500 animali di 200 specie diverse. È un centro scientifico di tutela delle specie animali in via d’estinzione che si occupa della conservazione della biodiversità. Qui ricercatori e personale si impegnano quotidianamente per il benessere e la tutela degli animali e per favorire una reintroduzione nel loro ambiente naturale. Tutti gli animali sono ospitati in ampi reparti che riproducono le caratteristiche dei loro habitat in natura, studiati da esperti ed adeguati alle esigenze specifiche della specie ospitata.

fenicotteri

 

Inoltre il Parco Natura Viva sostiene progetti di ricerca scientifica sulla gestione e sul comportamento animale, oltre a mirare ad aumentare la consapevolezza dei visitatori sul rispetto dell’ambiente e sull’importanza della salvaguardia del mondo naturale.

Il Parco Natura viva si divide in due grande sezioni:

  • Faunistica: un percorso a piedi di circa 4 km con alcune pendenze un po’ impegnative, fattibile anche con il passeggino. Quest’area è suddivisa in 5 macro aree che rappresentano i 5 continenti (Sentieri d’Africa, Oceania, Asia, America, Europa). Al suo interno si trova anche l’Extinction Park dedicato agli animali preistorici e alla loro estinzione. Qui c’è inoltre un’area dedicata alla fattoria con caprette in libertà e la novità dell’estate: House of Giants, la serra delle specie giganti e nane. La sezione è dotata di più punti ristoro, toilette, area giochi bimbi e area fumatori.
  • Safari: un’emozionante percorso a bordo del proprio veicolo dove si possono ammirare gli animali della Savana a pochi passi dal finestrino in totale sicurezza.

 

La nostra esperienza al Parco Natura Viva & zoo safari

Durante il nostro soggiorno al Camping Spiaggia d’oro di Lazise abbiamo deciso di trascorrere una giornata in questo bellissimo parco faunistico. Siamo arrivati al Parco Natura viva di Bussolengo qualche minuto prima dell’apertura e  nella zona safari c’era già una lunga coda di macchine. Abbiamo deciso così di posteggiare il camper e cominciare la visita dal parco Faunistico che era quasi deserto.

bambina con statua di ippopotamo

 

Prima di entrare non poteva mancare la foto di rito all’ingresso con la statua dell’ippopotamo. Appena varcati i cancelli siamo stati accolti da tantissimi fenicotteri rosa e ci siamo catapultati in un’altra dimensione. Abbiamo seguito il percorso indicato e attraversato i vari continenti scoprendo ippopotami, tigri, volatili dai mille colori e simpatici canguri.

 

Il sentiero è accompagnato da interessanti cartelli esplicativi, dove oltre che raccontare le caratteristiche dell’animale ne indicano la provenienza. Mia e Clelia ad ogni recinto, prima di andare alla ricerca dell’animale, che spesso era nascosto nella tana o tra le foglie di un albero, chiedevano di leggere la loro storia. Oltre a far capire loro che è fondamentale rispettare la natura, la visita è diventata una specie di caccia al tesoro alla ricerca delle varie specie animali.

Abbiamo fatto poi una deviazione nella sezione degli animali estinti ed è stato un vero tuffo nel passato. Tantissime riproduzioni a grandezza naturale dei primi animali che popolarono la terraferma. Fa molto riflettere la parte dei mammiferi estinti: la maggior parte delle estinzioni sono accadute per colpa dell’uomo.

 

Da qui ci siamo diretti alla serra per scoprire le razze animali più grandi e più piccole. È davvero molto bella e interessante. E per finire, il luogo preferito delle bimbe: il recinto delle capre. Qui le caprette sono in libertà, si possono accarezzare e dar loro da mangiare (mangime al costo di 1€). È un’esperienza molto bella per i bambini!

mamme e bambine che danno da mangiare alle capre

 

Dopo una breve pausa pranzo, ci siamo incamminati verso il camper per visitare la sezione Safari. Mia e Clelia erano incredule nel poter ammirare gli animali proprio dal finestrino. Poi quando siamo passati a pochi metri dalla giraffa urlavano di gioia. Per non parlare poi del momento in qui siamo entrati nell’area dei carnivori e abbiamo visto una iena giocare con la corda.

Per loro, vedere animali così diversi da quelli che alle volte incontriamo nei boschi, è stata un’esperienza magica!

safari con macchina

 

Parco Natura Viva: orari e prezzi

Ricordiamo che per accedere al Parco Natura Viva nella zona pedonale in questo periodo è necessario il Green Pass sopra i 12 anni. Inoltre all’interno bisogna seguire alcune semplici norme anti-Covid per garantire la sicurezza di tutti.

Non è più necessario prenotare la visita al parco ma è possibile acquistare il biglietto online, clicca qui per conoscere le tariffe. Il costo del biglietto comprende la visita sia del parco faunistico che del Safari.

 

Inserendo il codice sconto VIVP21 al momento dell’acquisto,
potrete avere la card Viviparchi 2021 a € 16,50 anziché 25,00.

 

Anche il parcheggio del parco è a pagamento e varia a seconda del mezzo.

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, la sezione safari chiude alle 17.00. La chiusura delle biglietterie e ultimo ingresso consentito 1h prima dell’orario di chiusura del Faunistico.

Contatti

Come raggiungere il Parco Natura Viva a Bussolengo

Dall’autostrada del Brennero A22 prendere l’uscita Affi e proseguire SR450 in direzione Peschiera. Prendere l’uscita per Pastrengo e continuare sulla SP5 seguendo le indicazioni stradali del Parco.

 

Se decidi di visitare questo parco metti in conto di trascorrerci un’intera giornata. Noi abbiamo trascorso 4 ore all’interno del parco faunistico e siamo usciti a vedere tutto rispettando i tempi delle piccole. Poi siamo passati al safari dove abbiamo atteso circa un’ora per entrare e un’altra ora per fare il percorso. Il mio consiglio, soprattutto se visiti il parco durante la settimana è di fare prima il percorso con la macchina e poi quello a piedi. In modo da visitarlo con maggiore tranquillità e con qualche sosta in più.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*