borgo con tabià

 

Una valida alternativa ai trekking all’aria aperta sono le visite ai piccoli borghi del Veneto con i bambini. Gite in giornata di qualche ora tra mura di antichi centri storici e castelli. Un’esperienza affascinante tra storia e leggenda per viaggiare indietro nel tempo. Nella nostra Regione ce ne sono tantissimi e unici nella loro particolarità. Ne ho scelti per voi cinque selezionando quelli che, secondo me, sono i più divertenti per i più piccoli. La scelta è stata ardua perché in Veneto ce ne sono uno più bello dell’altro.

papà del gnoco

 

Il Carnevale è una delle feste più attese dell’anno da grandi e piccini. Il più grande divertimento sta nel pensare, ideare e fantasticare alla ricerca del travestimento perfetto. I bambini di oggi amano seguire la moda del momento: vestire i panni di supereroi o principesse Disney va per la maggiore. Il Carnevale però è una ricorrenza storica ed è bello anche raccontar loro dell’esistenza di maschere tradizionali ognuna con alle spalle una storia centenaria e un’origine regionale diversa. Per avvicinare i piccoli alle maschere del Carnevale in Veneto abbiamo pensato di associare la storia di un personaggio con un semplice lavoretto fatto con l’origami. Un’idea per farli imparare divertendosi.

venezia palazzo ducale e campanile

 

Nonostante stiano attraversando un periodo alquanto difficile, tante realtà museali italiane hanno trovato il modo di adattarsi. L’obiettivo è quello di continuare a dare la possibilità a bambini e adulti di dare accesso alla cultura nonostante le restrizioni. E’ nata così l’idea di aprire le porte virtuali dei musei visto che si è costretti a tenere chiuse quelle reali. I Musei  di Venezia online (e della sua provincia) sono numerosissimi e la visita è così realistica da sembrare quasi vera. In questo articolo non ho volutamente inserito solo “musei per bambini”, perché penso che le diverse forme di cultura non debbano essere divise per età.

 

ragazza con cane e murales

 

La Street Art in Veneto ha ridato colore riqualificando zone periferiche di grandi città, il centro di piccoli borghi, parchi e cigli delle strade. Abbiamo raccolto itinerari e passeggiate dove perdersi tra i colori di splendidi murales. Percorsi ottimi per avvicinare i bambini a forme d’arte diverse da quelle classiche e per trasmetter loro importanti valori. Oltre a poter rivelarsi un efficace rimedio per risollevare l’umore nelle uggiose giornate invernali.

bambino che legge Gianni Rodari

 

Tra i mille modi che ci sono per viaggiare stando fermi, uno dei miei preferiti è quello di farlo attraverso la lettura. Leggendo un libro vi è mai capitato di essere così trasportati dalle descrizioni tanto da sentirvi nei luoghi che racconta? In occasione del centenario dalla nascita di Gianni Rodari è stato creato un itinerario di viaggio in Italia attraverso i luoghi dei suoi libri dallo stile senza tempo. Noi, ovviamente, abbiamo raccolto tutte le gite in Veneto con le favole di Gianni Rodari, uno degli scrittori che ha segnato la storia della letteratura per bambini.

famiglia arena verona

 

Continuiamo a viaggiare, anche se solo virtualmente. Questa volta vi proponiamo un tour di Natale in Veneto attraverso le luci di tutte le principali città della nostra Regione. Luce come simbolo di speranza e solidarietà in questo buio periodo che stiamo attraversando. Non ci resta che accendere quest’atmosfera natalizia e lasciarci trasportare da essa.

libro storia santa lucia

 

La notte tra il 12 e il 13 Dicembre per molti bimbi italiani è magica. Perché Santa Lucia passa per le case a distribuire i doni ai bambini che sono stati bravi e buoni. Attorno a questa leggenda negli anni si è costruito un rituale da rispettare con precisione se si vuole essere sicuri che la Santa arrivi. La tradizione è tipica di alcune regioni italiane: quali Veneto (Verona, Venezia e Vicenza),  Friuli Venezia Giulia (Udine), Lombardia (Brescia, Bergamo, Crema, Cremona, Lodi, Mantova), Trentino Alto Adige, Emilia Romagna (Piacenza, Forlì, Parma, Reggio Emilia).

 

bambino a Burano

 

 

“Murano, Burano o Torcello?”.  Se siete di Venezia, o siete in vacanza per qualche giorno, uno dei primi piccoli viaggi entusiasmanti con i bambini può essere alle isole veneziane. Se poi chiedete loro qual è la preferita la risposta che potete aspettarvi più spesso è Murano. L’isola sicuramente più affascinante e divertente da visitare con i bambini per la magica lavorazione del vetro nelle antiche fornaci. Ma anche Burano, famosa per le casette tutte colorate e i merletti. E Torcello con la paurosa leggenda del ponte del diavolo. Se avete già visitato Venezia ecco i consigli su come programmare un’indimenticabile gita nelle isole con i bambini.

bambina disegno su vetro in un museo

 

Venezia è una di quelle città impossibili da vedere in un week-end e neanche in una settimana. C’è troppo da vedere. Bisognerebbe rimanere un mese. O tornarci più volte. Ma se viaggiate con i bambini una buona idea può essere fare una tappa a un museo e ce ne sono di bellissimi. Ecco la nostra guida dei musei di Venezia da vedere con i bambini.